Istituto Cavanis

Dorsoduro 898
Rio Terà Foscarini
30123 - Venezia

Contatti

Tel +39 041.522.28.26
Fax +39 041.277.18.00
segreteria@cavanisvenezia.it

Home > Avvisi > Dettaglio 16 Novembre 2015

In preghiera per le vittime di Parigi

Oggi l'attività scolastica si è interrotta: si è sentita la necessità di riflettere sui drammatici fatti di Parigi, di ricordare le vittime di questa tragedia e di tutti gli atti di violenza e di guerra, di pregare per i morti e per noi, perché non vincano la rassegnazione, lo sconforto o la voglia di rispondere all'odio con l'odio ma perché ognuno, nel suo piccolo, diventi davvero un operatore di pace.
La riflessione si è conclusa con la preghiera di cui riportiamo il testo:

Tu sei il Padre nostro

Tu l’hai detto,Signore, da sempre: “Miei figli sono gli uomini della terra, li amo con cuore di Padre.
Mia gioia è seguire la loro vita, mia preoccupazione correggere i loro sbagli, perché io sono il Signore della storia.
Mio è il Medio Oriente tormentato, culla di civiltà e di religioni, terra che ho prediletto da sempre.
Mia è l’Europa, laboriosa e divisa, geniale e conservatrice, credente e ribelle.
Mia è l’Asia, immensa e popolosa, umile e contemplativa capace di soffrire e di sperare.
Mia è l’Africa dall’anima di fanciulla, colonizzata ma traboccante di vita, adolescente,  ma promessa sposa al futuro.
Mia è l’orgogliosa America del Nord ricca e puritana, dominatrice e complessata.
Mia è l’oppressa America Latina, povera, ma cosciente, umiliata e in rivolta.
Mia è l’Oceania, dalle mille isole, immersa tra magia e ateismo, tra antiche radici e semi di Vangelo”.
Chi ci aiuterà a rinnovare il mondo per costruire fraternità e giustizia, per contrastare i progetti di morte?
Chi darà alla terra la bellezza degna di una figlia di Dio?
Tu, o Signore, che piangi e gioisci insieme a noi!
Donaci forza, o Signore, contro il male, perché dai potenti non possiamo sperarla: sono vuote le loro roboanti promesse.
Tu che sei Padre e Signore, rinnoverai la faccia della terra con la fedeltà del tuo amore per noi.
Amen!



 

Torna indietro