Istituto Cavanis

Dorsoduro 898
Rio Terà Foscarini
30123 - Venezia

Contatti

Tel +39 041.522.28.26
Fax +39 041.277.18.00
segreteria@cavanisvenezia.it

Home > Avvisi > Dettaglio 29 Marzo 2017

Le giornate dello Sport

Nelle giornate del 2 e 3 marzo la scuola ha avviato una serie di iniziative per rispondere alla disposizione della Regione Veneto che ha indetto le "giornate dello sport", intese a far conoscere lo sport stesso in tutti i suoi aspetti pratici e culturali. I bambini della Scuola Primaria hanno sperimentato momenti di attività pratica; i ragazzi della Scuola Secondaria di 1^ Grado hanno partecipato a due conferenze tenute dal Panathlon Venezia sull'etica sportiva e sull'alimentazione, per poi unirsi ad alcune delle attività pratiche svolte dagli allievi di 5^ della SP; infine, per gli studenti della Scuola Superiore di 2^Grado sono stati previsti una serie di incontri su differenti tematiche. L'etica sportiva ed i principi dell'alimentazione sono stati esposti dal Panathlon Venezia; la figura dello sportivo è stata presentata attraverso l'incontro con due atleti: Daniele Scarpa, olimpionico di canoa e tutt'ora impegnato nel mondo dello sport per i disabili, per la lotta contro il doping e per la legalità; Romina Ardit, campionessa di voga alla veneta, ex canoista, che sa conciliare l'impegno sportivo e quello di mamma, moglie e lavoratrice; la montagna è stata invece analizzata attraverso l'esperienza diretta del nostro vicepreside, che non ha fatto mancare informazioni tecniche e storiche. Gli studenti della SS1^G hanno apprezzato sia le informazioni teoriche che i momenti ludici; quelli della SS2^G, nonostante alcuni abbiano dichiarato che avrebbero preferito anche delle attività pertiche, hanno apprezzato lo sforzo organizzativo della docente di Educazione Fisica e della scuola per aver organizzato l'evento, trovandolo interessante sia per gli aspetti puramente teorici, ma anche e soprattutto per aver avuto l'occasione di incontrare due atleti di alto livello che hanno saputo trasmettere la loro passione per lo sport, il loro impegno sia nello sport che nella vita, la loro riconoscenza a chi li ha accompagnati e ancora li accompagna nella loro esperienza di atleta, l'accettazione di tutte le loro esperienze positive o meno che li hanno fatti crescere, la testimonianza che ancora è possibile credere, vivere e combattere per uno sport pulito.

Torna indietro