Home > Percorso Formativo > Scuola Secondaria di 1° Grado > Regolamenti

Regolamento Scuola Secondaria 1° Grado - AS 2017/2018

Assenze, ritardi, giustificazioni

  • Non è consentito in nessun caso l’ingresso in aula in ritardo, indipendentemente dalla sua maggiore o minore rilevanza. Al suono della campanella (ore 8:00) gli alunni dovranno trovarsi in aula. Gli alunni in ritardo saranno comunque accolti in classe e il ritardo ingiustificato verrà sempre segnalato sul Giornale di Classe e sul Registro personale. Quando i ritardi non giustificati fossero frequenti e ravvicinati, il CdC valuterà il provvedimento disciplinare adeguato, di cui verrà data comunicazione alla famiglia dal Coordinatore di classe. In ogni caso il ritardo, di qualunque entità, sarà contabilizzato come ora di assenza e, nel caso sia prevista una prova, essa sarà sostenuta nel tempo residuo e non sarà recuperata.
    Quando il ritardo sia giustificato, o comunque causato da ragionevoli motivi, non vi saranno ovviamente provvedimenti disciplinari a carico dell’alunno. Resta inteso che in circostanze eccezionali (nebbia, alta marea, disguidi nel servizio dei mezzi pubblici, eccetera) il Preside (o il suo delegato) potrà autorizzare l’ingresso immediato dell’alunno in ritardo.
  • Le giustificazioni vanno compilate per esteso e firmate dal genitore, esclusivamente sul libretto scolastico, specificando puntualmente le ragioni dell'assenza, del ritardo o dell'impreparazione del figlio.
    Le giustificazioni relative all'assenza vanno esibite all'insegnante della prima ora all'inizio delle lezioni.
    Le giustificazioni per entrate posticipate e quelle per le uscite anticipate vanno esibite all'insegnante che si trova in classe. Non saranno accettate giustificazioni telefoniche o via e-mail.
    Le giustificazioni relative all'impreparazione dell'allievo, presentate al docente interessato, non esonerano l'alunno dalla possibilità di essere comunque interrogato, poiché attestano semplicemente la sua impreparazione sugli ultimi argomenti di studio assegnati dal docente.

Norme generali di comportamento

  • Al cambio dell'ora gli studenti rimangono in aula; durante la ricreazione i ragazzi non possono uscire dall'Istituto se non per gravi e giustificati motivi di cui la Direzione sia stata messa al corrente. L'autorizzazione viene concessa solo dalla Direzione; eventuali infrazioni saranno punite con adeguati interventi disciplinari.La ricreazione, se le condizioni meteorologiche lo consentono, si svolge esclusivamente nei cortili e non nelle aule, né in altri locali della scuola; solo in caso di maltempo gli studenti resteranno in androne.
  • In tutti gli ambienti scolastici è assolutamente vietato fumare (Legge del 16/01/2003); tale divieto è esteso anche agli spazi esterni all'edificio scolastico durante le ore curricolari (ad esempio durante il trasferimento in palestra o nel corso di visite guidate).
  • Gli studenti sono tenuti al rispetto e alla pulizia degli ambienti oltreché, ovviamente, alla corretteza del linguaggio e del comportamento, e alla sobrietà e dignità dell'abbigliamento e della persona.
  • In riferimento alla crescente diffusione del fenomeno della tossicodipendenza nel mondo giovanile, e così pure dell'abuso di alcolici, chiunque introducesse nell'Istituto sostanze stupefacenti, o comunque proibite, assume comportamenti in palese contraddizione con il Progetto Educativo Cavanis e che talora si configurano persino come reati. La Scuola si riserva pertanto di intraprendere le azioni disciplinari conseguenti, fino all'espulsione dall'Istituto.
  • Non è consentito l'uso di cellulari a scuola. All'ingresso in aula, ogni studente depositerà il proprio cellulare in un apposito contenitore, che verrà chiuso a chiave, e lo riprenderà alla fine delle lezioni. In caso di necessità le famiglie possono comunicare con gli studenti contattando direttamente la portineria della scuola.
    Durante le lezioni è vietato anche l'uso di qualunque altro dispositivo elettronico, se non autorizzato dai docenti per motivi didattici. Tali dispositivi devono restare spenti e dentro lo zaino. La Scuola non risponde altresì di danneggiamenti o sparizioni di tali oggetti, e si riserva di intraprendere azioni disciplinari nei confronti di chi venga trovato comunque in possesso o che stia utilizzando il cellulare o altro dispositivo.
  • Qualunque fenomeno di bullismo riscontrato dai docenti all'interno della Scuola (e nelle sue adiacenze) sarà tempestivamente segnalato alla Direzione che, dopo gli accertamenti del caso, interverrà con adeguata sanzione disciplinare.
  • Tutto quanto stabilito dal presente Regolamento è da ritenersi esteso a tutte le situazioni e alle attività svolte dalla Scuola anche al di fuori dell'ambiente d'aula e perciò vincolante allo stesso modo e in uguale misura. Violazioni reiterate o di particolari gravità a tale regolamento potranno avere ricadute anche nella valutazione del comportamento dello studente. 

Al presente Regolamento d'Istituto è strettamente correlato il Patto di Corresponsabilità Educativa che ciascuna famiglia è chiamata a sottoscrivere.

Allegati

Regolamento Scuola Secondaria I grado (26.79 KB)

Patto di Corresponsabilità